Patto Comunitario

UN PATTO COMUNITARIO PER ANDARE OLTRE LA CRISI
Lo propone Veneto Responsabile che invita la Società Veneta a confrontarsi su un nuovo modello di sviluppo.

“Ci siamo stancati di sentire parlare solo di crisi economica. Ci piacerebbe che il focus della discussione cominciasse decisamente a spostarsi sul modello di sviluppo che la Società Veneta immagina e propone per il futuro, per tentare di costruire insieme una Regione in cui le istanze economiche possano coniugarsi con le attenzioni sociali e ambientali”.
Così Francesco Peraro, presidente dell’Associazione Veneto Responsabile, rete regionale per la responsabilità sociale d’impresa e di territorio, ha presentato il Patto Comunitario Veneto, “documento volto a declinare la responsabilità sociale delle imprese con uno sviluppo del territorio armonico e integrato, costruendo relazioni effettive e durature tra i diversi attori sociali, economici ed istituzionali allo scopo di ipotizzare uno sviluppo veneto virtuoso, sostenibile e condiviso”.
Un documento che si propone un simile obiettivo non può certo essere calato dall’alto. Per questo, assemblea e consiglio direttivo di Veneto Responsabile, hanno definito una “road map” regionale, con lo scopo di coinvolgere gli enti locali, le associazioni di categoria, i sindacati, le rappresentanze dei cittadini e altre espressioni della comunità delle diverse Province venete. Il nostro obiettivo –ha sottolineato il presidente di Veneto Responsabile- è quello di provare a rimettere al centro le comunità, per migliorarne la qualità della vita in un’ottica di sviluppo sostenibile, consci che il percorso di uscita dalla crisi passa anche attraverso la riscoperta del ruolo attivo della comunità locale, che riesce a pensarsi soggetto attivo, capace di decidere ed orientare gli interventi.
Il Patto Comunitario Veneto si sostanzia, per ora, in un Manifesto Aperto che verrà inviato a tutti i soggetti che parteciperanno ai Focus Group, e che sarà la base di discussione dalla quale muoveranno i partecipanti di ogni singolo tavolo provinciale.
L’obiettivo è provocare un ampio dibattito intorno alle possibilità che l’attuale situazione di crisi offre per ripensare il modello di sviluppo Veneto in un’ottica comunitaria e socialmente responsabile, recuperando e valorizzando ciò che “di giusto e di buono” è già presente nel nostro territorio, a livello sia di pensieri e idee, ma anche di concrete pratiche aziendali e territoriali. L’apporto, si auspica, di numerosi e fattivi contributi, trasformerà questo “primo testo aperto” in un vero e proprio Patto Comunitario Veneto contenente delle Linee Guida ai quali i sottoscrittori del Patto s’impegneranno ad attenersi.